Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘41bis’

Giovedì 24 luglio 2014, a partire dalle ore 12.00, in via Cavour a Firenze (davanti ai palazzi di Prefettura e Regione) si terrà un presidio nonviolento per il diritto alle cure in carcere e per l’abolizione della tortura del 41-bis: si tratta di una lotta nonviolenta radicale alla quale hanno già aderito centinaia di cittadin* (link per aderire) e che vede protagonisti in prima persona la Segretaria di Radicali Italiani, Rita Bernardini, e Marco Pannella (in sciopero totale della fame e della sete).
Sarà l’occasione anche per stimolare l’adesione al Satyagraha in corso dei consiglieri regionali.
Vi ricordo, inoltre, che mercoledì 23 luglio, alle ore 21.30 presso la Festa di Liberazione di Borgo San Lorenzo (c/o Foro Boario) si terrà il dibattito “Cannabis: tra repressione e uso terapeutico” che vedrà la partecipazione di Maurizio Acerbo (Segreteria nazionale PRC), Paolo Scarsella (Coordinamento Terapia del dolore ASL FI), Monica Sgherri (Capogruppo FdS alla Regione Toscana), Giampaolo Grassi (Associazione Cannabis Terapeutica), Nunzio Santalucia (Medico SERT-Pisa, Forum Droghe),Osvaldo Giovannini (Paziente in terapia con farmaci cannabinoidi) e Massimo Lensi (Direzione di Radicali Italiani). Coordina Daniella Vangieri (PRC Toscana).
Sabato 26 luglio presso la “Festa Democratica” di Fiesole (area verde di Monteceneri) alle ore 21.30 la Segretaria di Radicali Italiani, Rita Bernardini, sarà ospite di un dibattito organizzato dall’associazione “L’altro Diritto” sul tema della legalizzazione delle droghe leggere e sulla drammatica realtà delle carceri italiane.
1507445_10202665962231776_369287509_o

Read Full Post »

I radicali fiorentini dell’associazione Andrea Tamburi hanno manifestato stamani con un presidio davanti alla sede della prefettura di Firenze e del Consiglio regionale della Toscana per chiedere più salute all’interno delle carceri e l’abolizione del regime di detenzione del 41 bis. “Le carceri sono tornate nel dimenticatoio – hanno spiegato i manifestanti – ma la situazione è peggiorata. L’80% della popolazione carceraria, anche a Firenze, ha una patologia, il 37% sono tossicodipendenti e il 27% soffre di disturbi psichiatrici. E’ il momento di dare attuazione alla competenza che le Regioni hanno, Toscana compresa, sulla salute all’interno delle carceri”. I radicali chiedono inoltre “da anni l’abolizione del 41 bis perché è lesivo dei diritti costituzionali e non è rispettoso della Costituzione italiana”. A questo proposito i manifestanti hanno esposto cartelli e striscioni con scritto, tra l’altro, ‘Tortura democratica. Provenzano: cosa ci fa un incapace di intendere e di volere al 41 bis’. Dai radicali fiorentini anche un appello al sindaco Dario Nardella perché nomini il nuovo garante dei detenuti di Firenze, il cui posto è vacante dallo scorso autunno.

fonte: ansa.it

10495591_10204040733880208_1862237490132713987_o

Read Full Post »

Durante l’ultima riunione degli iscritti e simpatizzanti organizzata dalla “Tamburi” (tenutasi lo scorso 28 giugno da Nardini Bookstore), la segretaria di Radicali Italiani, Rita Bernardini, anticipò l’intenzione, concretizzatasi 48h più tardi, di intraprendere un Satyagraha nella forma di sciopero della fame per richiedere al Governo e al Parlamento che si faccia chiarezza e si intervenga sulle cure negate all’interno dei 205 istituti penitenziari italiani e sulla tortura del 41-bis inflitta perfino a detenuti, come Bernardo Provenzano, per i quali le Procure della Repubblica di Caltanissetta, Palermo e Firenze hanno dato parere favorevole alla revoca del 41-bis.
Per sostenere le ragioni che hanno indotto Rita Bernardini a intraprendere questa nuova lotta nonviolenta, vi diamo appuntamento per giovedì 10 luglio 2014 alle ore 11.00 in via Cavour a Firenze (davanti ai palazzi di Regione e Prefettura) per un presidio nonviolento.
Vi aspettiamo!
261613_10150279672107938_265872_n

Read Full Post »