Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘cannabis terapeutica’

Giovedì 8 settembre alle ore 18.45 presso la Festa nazionale di Liberazione (Giardini dell’Obihall, lungarno Aldo Moro nr. 3 – Firenze) si terrà una conferenza sulle esperienze di legalizzazione della cannabis con Maurizio Acerbo (segreteria nazionale PRC), Osvaldo Giovannini(Comunisti in erba), Tommaso Grassi (consigliere comunale del gruppo “Firenze riparte a Sinistra”) , Luca Marola (autore di “Legalizzare con successo”). Introduce e coordina Monica Sgherri (Segreteria nazionale PRC).
All’ incontro parteciperà RITA BERNARDINI.
IMG_0694

Read Full Post »

Venerdì 2 ottobre si terrà a Siena la prima udienza che vede imputata la Segretaria di Radicali Italiani, Rita Bernardini,  per la cessione di cannabis effettuata durante il XII Congresso di Radicali Italiani.
 
In quella circostanza si svolse l’azione conclusiva della disobbedienza civile organizzata dalla stessa  Bernardini insieme a Marco Pannella e a Laura Arconti: una vera e propria associazione a delinquere che tentò di distribuire la cannabis coltivata nei mesi precedenti ai malati presenti e muniti di regolare prescrizione medica, prima di essere interrotti dalle forze dell’ordine.
 
I tre “autori del reato” con questa disobbedienza civile hanno tentato (e continuano a farlo) di denunciare quella normativa sulle sostanze stupefacenti (non solo quelle a scopo terapeutico ma anche ludico) che ha distrutto centinaia di persone segregandole nelle patrie galere in nome di un proibizionismo che ha palesemente fallito nel suo intento, quelle leggi criminali e criminogene sulle droghe che non risparmiano nessuno, nemmeno i malati.
 
Bernardini, Pannella e Arconti più volte durante il corso della loro iniziativa si auto-denunciarono pubblicamente (documentando la coltivazione tramite i social network e comunicati stampa) senza però far mai innescare meccanismi sanzionatori nei loro confronti…fino al Congresso di Chianciano quando la polizia impedì la cessione e aprì un’indagine nei confronti della Segretaria di Radicali Italiani. 
 
In occasione dell’inizio del processo, venerdì 2 ottobre a partire dalle ore 11.00 in via Rinaldo Franci (davanti la sede del Tribunale di Siena) si terrà un picchetto antiproibizionista per chiedere la legalizzazione delle droghe e, più in particolare, che venga reso effettivo l’accesso all’uso terapeutico della cannabis. Sarà presente Rita Bernardini.
11193395_10153317626107938_7397463340582173940_n

Read Full Post »

Dichiarazione di Rita Bernardini, Segretaria di Radicali Italiani

“Ho pensato con tristezza al Dott. Fabrizio Cinquini che di notte si avvia con una pesante tanica per andare ad innaffiare le sue piante di marijuana cercando di non farsi scoprire. Lo sconforto è cresciuto quando ho considerato che le forze dell’ordine sono state appostate da qualche parte per chissà quanto tempo per beccarlo in flagranza, cosa che hanno fatto puntualmente a seguito della segnalazione di qualche solerte vicino di casa del medico.   Ripenso così alla Direzione Nazionale Antimafia che, a proposito della cannabis, nella sua relazione annuale, ha detto al Parlamento che 1) “si deve registrare il totale fallimento dell’azione repressiva” , che 2) “il fenomeno è oramai endemico, capillare e sviluppato ovunque, non dissimile, quanto a radicamento e diffusione sociale, a quello del consumo di sostanze lecite quali tabacco ed alcool”, che 3) la depenalizzazione avrebbe  effetti positivi “in termini di deflazione del carico giudiziario, di liberazione di risorse disponibili delle forze dell’ordine e magistratura per il contrasto di altri fenomeni criminali e, infine, di prosciugamento di un mercato che, almeno in parte, è di appannaggio di associazioni criminali agguerrite”.   E, invece, in barba a quanto suggerisce l’Antimafia, a causa delle leggi proibizioniste tuttora vigenti, sono dieci anni che il dott. Cinquini e centinaia di migliaia di cittadini incolpevoli hanno a che fare con la giustizia italiana. Difficile che i grandi trafficanti finiscano sotto processo e in galera dove, invece, è stato sbattuto per 5 mesi il Dott. Cinquini che non ha mai fatto del male a nessuno, anzi, ha cercato -sembra anche con successo- di curare se stesso e suoi familiari con le infiorescenze opportunamente da lui stesso selezionate quanto a contenuto di thc e cbd.   Facile, dunque, arrestare Cinquini. Da disobbediente civile recidiva (quale sono) – che, al contrario del medico di Lucca, non riesco a farmi arrestare per sollevare il problema dell’irragionevolezza delle leggi italiane – esprimo la massima vicinanza e solidarietà al Dottor Cinquini e alla sua famiglia.      P.s.: Da oggi la relazione della DNA è ben visibile sul sito www.radicali.it nella versione in italiano, inglese, francese e spagnolo”

11193395_10153317626107938_7397463340582173940_n

Read Full Post »

cinq-1 corfior-fattori-1 corfior-fattori-2

Read Full Post »

Firenze, 06/07: Sabato pomeriggio si è svolta davanti la sede della presidenza della Regione Toscana in piazza Duomo a Firenze una manifestazione organizzata dai radicali fiorentini dell’Associazione “Andrea Tamburi” per chiedere alle Istituzioni che nelle legge regionale che disciplina l’utilizzo della cannabis a scopo terapeutico venga inserita la possibilità per i malati dell’auto-coltivazione. A questo proposito la segretaria di Radicali Italiani, Rita Bernardini, presente alla manifestazione,  ha  iniziato una nuova disobbedienza civile seminando alcune piante di cannabis  e “istigando” i presenti a farsi partecipi di questa iniziativa. L’ invito è stato raccolto dal consigliere regionale Tommaso Fattori (Sì Toscana) che, presente alla manifestazione, ha preso alcuni semi ripromettendosi di coltivarli nel proprio ufficio istituzionale.

IMG_0693riIMG_0694

Read Full Post »

Domani, sabato 4 luglio, alle ore 17.00 in piazza Duomo a Firenze (davanti Palazzo Sacrati Strozzi, sede della presidenza della Regione Toscana) è convocata una conferenza stampa nell’ambito della manifestazione “Independence Day…dal proibizionismo!” organizzata dai radicali fiorentini dell’Associazione “Andrea Tamburi”.
La manifestazione ha l’obiettivo di chiedere alle Istituzioni regionali che nella legge regionale che disciplina l’utilizzo della cannabis a scopo terapeutico venga inserita anche la possibilità dell’autocoltivazione.
Saranno presenti Rita Bernardini (segretaria di Radicali Italiani), Valentina Piattelli (ex presidente dell’Associazione “Andrea Tamburi”), Massimo Lensi (presidente dell’Associazione “Andrea Tamburi”) e Maurizio Buzzegoli (segretario dell’Associazione “Andrea Tamburi”).
Rita Bernardini, autrice di molte iniziative di disobbedienza civile sulla cannabis, dimostrerà ai presenti come si inizia nel concreto una mini-coltivazione di cannabis terapeutica nell’attesa che il diritto ad accedere alle cure sia effettivamente garantito ai malati.
11193395_10153317626107938_7397463340582173940_n

Read Full Post »

Firenze, 12/02: In merito alla modifica della legge toscana sulla cannabis terapeutica è intervenuta Valentina Piattelli dell’Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi: <<Quella di ieri  è stata una mossa opportuna: molti dei nodi affrontati erano stati trattati nei lunghi anni di contrattazione fra le associazioni e i funzionari ed eletti regionali>>. L’esponente radicale ricorda il complicato iter legislativo per rendere accessibile l’utilizzo della cannabis terapeutica: <<Eravamo giunti con il regolamento attuativo ad un accordo dignitoso, ma un po’ faraginoso. Purtroppo in questo campo ci vuole una chiarezza cristallina, altrimenti ogni virgola può essere interpretata in senso proibizionista. Quindi ben vengano queste modifiche che chiariscono fra l’altro che tutti i medici generalisti e ambulatoriali (Sert, Hospice e quant’altro) possono prescrivere la cannabis, e non solo quelli ospedalieri come previsto in origine>>. Anche a livello nazionale i radicali hanno messo in campo una serie di iniziative per arrivare a garantire il diritto di cura con la cannabis ai malati affetti dalle varie tipologie: non ultima la disobbedienza civile dello scorso novembre quando la segretaria di Radicali Italiani, Rita Bernardini, l’ex presidente di Radicali Italiani, Laura Arconti, e il leader storico, Marco Pannella, tentarono di cedere della cannabis ad alcuni malati, tra cui la stessa Valentina Piattelli.

156959_549891748355333_1254959352_n

Read Full Post »

Older Posts »