Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘dario nardella’

Firenze, 02/07: È iniziata questa mattina la raccolta firme per intitolare piazza Madonna della Neve ( all’interno del complesso delle Murate) a Marco Pannella. Una petizione popolare promossa dall’Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi” che si affianca all’altra che chiede la chiusura dell’Opg di Montelupo F.no entro il 31 dicembre 2016. Massimo Lensi e Maurizio Buzzegoli, componenti dell’Associazione “Andrea Tamburi”, hanno dichiarato: <<Siamo contenti del risultato. Dopo poche ore dell’apertura del gazebo in piazza Stazione, abbiamo riscontrato  una genuina volontà dei cittadini di Firenze di sostenere la petizione. Nelle prossime settimane contatteremo il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, per consegnare il primo blocco di firme. Ci teniamo a sottolineare che  questa iniziativa si propone di ricordare Marco Pannella e, con ciò, l’avvio di una grande stagione di lotta per i diritti civili che vide l’arresto di Spadaccia, Bonino e Faccio per la loro coraggiosa disobbedienza civile, una lotta grazie alla quale si arrivò alla legalizzazione dell’aborto nel nostro Paese.>>

Di seguito il testo della petizione:
“Al Sindaco di Firenze

 

I processi umani, economici, etnici e ambientali che si manifestano nei centri urbani sfuggono sistematicamente a piani e progetti, a mappe e logiche culturali. Oggi le città hanno una complessità che schiva la pianificazione. Ricchezza e povertà si mescolano di continuo nell’assenza di una centralità del rapporto tra corpi urbani e spazi urbani. La vita di Marco Pannella, scomparso il 19 maggio 2016, è legata profondamente alla città di Firenze. Un legame forte, politico, e allo stesso tempo popolare. Sono tanti gli eventi e le iniziative che hanno visto Marco Pannella protagonista nella nostra città. Una delle più importanti fu la mobilitazione per ottenere, negli anni Settanta, una legge sull’interruzione volontaria della gravidanza. Nell’allora carcere delle Murate furono detenuti numerosi dirigenti radicali, arrestati nell’ambito di un intenso momento di mobilitazione politica, sostenuto da disobbedienze civili, che vide Marco Pannella in prima fila, a Firenze e in tutta Italia, lottare per ottenere una legge giusta che impedisse alle donne di abortire clandestinamente. Nel 1978 fu approvata la legge 194 che regolò l’interruzione volontaria di gravidanza. Una legge che dunque nasce alle Murate e proprio alle Murate andrebbe ricordata, nel rispetto del diritto alla cittadinanza come presenza fisica e della memoria collettiva di una importante stagione politica del nostro Paese.

Noi sottoscritti, cittadini di Firenze e di tutta Italia, rivendicando il proprio diritto alla città, al suo uso e non consumo, a esercitare la propria presenza negli spazi pubblici, chiediamo al Sindaco di Firenze di intitolare piazza della Madonna della Neve, all’interno del complesso delle Murate, a Marco Pannella.”

537480_10151171862957727_2077103410_n

Read Full Post »

Firenze, 05/12: Dalla revoca del 41bis a Bernardo Provenzano alla garanzia delle cure in carcere, dall’ abolizione dell’ergastolo alla nomina del garante nazionale dei detenuti fino all’introduzione del reato di tortura: questi alcuni dei punti contenuti nella lettera che i radicali fiorentini dell’ Associazione “Andrea Tamburi” hanno inviato al Sindaco di Firenze, Dario Nardella, con la richiesta di un incontro sulla nuova mobilitazione radicale per il ripristino dello Stato di Diritto e sull’affermazione del Diritto alla conoscenza, attraverso i provvedimenti di amnistia e indulto. Intanto, solo a pochi giorni dal lancio dell’iniziativa, sono già centinaia i cittadini che si sono uniti alla lotta nonviolenta di Marco Pannella (in sciopero totale della fame e della sete) e del Partito Radicale.
1507445_10202665962231776_369287509_o

Read Full Post »

A questo link, la registrazione della conferenza stampa dei radicali fiorentini per richiedere urgentemente al sindaco Nardella la nomina del nuovo garante comunale dei diritti dei detenuti, figura vacante da ben sette mesi.

1467198_261807540636480_1357078459_n

Read Full Post »

Massimo Lensi: “Sovraffollamento nei penitenziari, assenza del garante comunale dei detenuti, e fatiscenza anche nelle due celle di sicurezza della Questura”

“Sollicciano e gli istituti penitenziari di Firenze” siano una priorità di mandato per il Sindaco Dario Nardella. “Da San Miniato si abbraccia il centro di Firenze – commenta Massimo Lensi, radicale e consigliere provinciale nel Gruppo Misto – ma siamo sicuri che lo sguardo della Giunta si estenderà fino a Sollicciano e nei luoghi che non vediamo, come le celle di sicurezza della Questura, in via Zara, che sono fatiscenti”. 
A questo riguardo Lensi ed altri esponenti radicali, Maurizio Buzzegoli ed Emanuele Baciocchi, dell’associazione ‘Andrea Tamburi’, invitato la Provincia di Firenze, proprietaria dell’immobile che ospita la Questura, a intervenire in quest’ultimo scorcio di mandato.
“Ci aspettiamo da Nardella – aggiungono Lensi, Buzzegoli e Baciocchi – che venga nominato il garante comunale dei detenuti, figura di garanzia che è senza nome dall’autunno scorso. E’ paradossale che il garante regionale, Franco Corleone, precedente garante comunale, non possa avere un interlocutore per una città che ha ben tre istituti penitenziari, due dei quali con gravi problemi di sovraffollamento”.

 

06/06/2014 14.21 
Provincia di Firenze – Ufficio Stampa Consiglio

Immagine

Read Full Post »