Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘maria antonietta farina coscioni’

 

Piana Notizie

StampToscana

 

Annunci

Read Full Post »

Firenze, 26/02: Sabato 28 febbraio si terrà a Montelupo F.no (FI) il XV Congresso dell’Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi”. L’evento si terrà presso il circolo “Il Progresso” (in via Virgilio Rovai) a partire dalle ore 10,30: saranno presenti il Sindaco di Montelupo Fiorentino, Paolo Masetti,  la Segretaria di Radicali Italiani, Rita Bernardini, la dirigente radicale e autrice del libro “Matti in libertà”, Maria Antonietta Farina Coscioni, il Tesoriere del Partito Radicale, Maurizio Turco, il direttore sanitario dell’OPG, Franco Scarpa, l’ex componente della commissione Marino, Donatella Poretti, il cappellano del carcere di Sollicciano, Don Vincenzo Russo, e altri ospiti che interverranno durante il corso della giornata.
Alle 18 è previsto l’intervento del leader radicale, Marco Pannella.
Intervento_Marco_Pannella_Firenze

Read Full Post »

Riportiamo di seguito il testo che la deputata radicale, on. Maria Antonietta Farina Coscioni, ha presentato in questi giorni presso la XII commissione (Affari sociali) della Camera dei Deputati.

Al ministro della Salute,

al ministro della Giustizia,

al ministro per i rapporti con il Parlamento,

premesso che

le norme contenute nell’articolo 7, comma 3 e 4 del decreto del presidente della Repubblica del 10 settembre 1990, n.285, dispongono che:

a richiesta dei genitori, nel cimitero possono essere raccolti con la stessa procedura anche prodotti del concepimento di presunta età inferiore alle 20 settimane; nei casi previsti dai commi 2 e 3, i parenti o chi per essi sono tenuti a presentare, entro 24 ore dall’espulsione od estrazione del feto, domanda di seppellimento all’Unità sanitaria locale accompagnata da certificato medico che indichi la presunta età di gestazione ed il peso del feto;

la giunta del comune di Firenze ha approvato il nuovo regolamento di polizia mortuaria che tra le altre cose prevede specifici spazi per tumulare quelli che in una nota sono definiti “prodotti abortivi e prodotti del concepimento” da approntare nel cimitero di Trespiano; a Firenze, nel grande cimitero comunale di Trespiano, già dal 1996 esiste di fatto una piccola area specificamente destinata al seppellimento dei feti.

La stesura di questo nuovo regolamento sembra seguire altre analoghe iniziative che già sono state adottate da altri comuni italiani;

che alcune amministrazioni comunali hanno stipulato una convenzione con l’Associazione “Difendere la vita con Maria”;

se siano in grado di riferire quante donne, che hanno interrotto spontaneamente o volontariamente la gravidanza, dopo essere state regolarmente informate, hanno fatto richiesta di provvedere in proprio al seppellimento del prodotto abortivo/feto, e se siano in grado di confermare che la quasi totalità ha scelto di lasciare il compito alle Aziende Ospedaliere e ai Comuni;

se anche l’amministrazione di Firenze ha stipulato una convenzione con l’Associazione “Difendere la vita con Maria”, di conoscere i termini di detta convenzione;

se non intenda assumere ogni iniziativa di competenza anche normativa, affinché con particolare riguardo alle questioni segnalate in premessa sia assicurata la piena applicazione dei princìpi affermati dalla legge n. 194 del 1978 e dal decreto del Presidente della Repubblica n. 285 del 1990.

Read Full Post »