Feeds:
Articoli
Commenti

COMUNICATO STAMPA

Firenze, 21 luglio 2017 – La raccolta di sottoscrizioni alla proposta di legge costituzionale per la separazione delle carriere in magistratura a Firenze ha superato il primo obiettivo delle 1.000 firme. Un piccolo successo della Camera Penale di Firenze e dell’Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi”, che a Firenze, per conto del Partito Radicale, sostiene l’iniziativa promossa dall’Unione delle Camere Penali (UCPI). L’iniziativa a livello nazionale ha superato le 50.000 firme.

Uno degli aspetti che caratterizza la campagna fiorentina è quello della raccolta delle firme in strada, con banchetti aperti in vari punti della città perché tutti i cittadini siano informati e coinvolti. Un tratto caratteristico che ha portato i promotori a chiedere al DAP di poter raccogliere le firme all’interno dei due istituti penitenziari fiorentini per dare la possibilità anche alla popolazione detenuta di sottoscrivere la proposta di legge.

Grazie anche alla piena disponibilità delle direzioni degli istituti, i rappresentanti della Camera Penale e dell’Associazione Tamburi si recheranno sabato 22 luglio alla casa circondariale Gozzini (“Solliccianino”) e giovedì 27 luglio al carcere di Sollicciano per raccogliere le firme.

Le delegazioni saranno così composte:

– Casa circondariale Gozzini (sabato 22 luglio)

Per la Camera Penale: Sabrina Viviani e Gianna Mercatali; per l’Associazione radicale Andrea Tamburi: Grazia Galli, Massimo Lensi e Nicola Federici; parteciperà per autenticare le firme il consigliere comunale Niccolò Falomi.

– NCP Sollicciano (giovedì 27 luglio)

Per la Camera Penale: Luca Maggiora (responsabile Osservatorio Carcere) e Marianna Poletto; per l’Associazione radicale Andrea Tamburi: Grazia Galli, Massimo Lensi, Roberto Davide Papini, Maurizio Morganti ed Emanuele Baciocchi; parteciperà per autenticare le firme il consigliere comunale Tommaso Grassi.

 

Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi”

_N3I3882

A questo link, intervista a Massimo Lensi sulla raccolta firme per la separazione delle carriere in magistratura nelle carceri fiorentine realizzata da Cristiana Pugliese  (Radio Radicale).

_N3I3882

Procede con un buon ritmo a Firenze la campagna di raccolta di firme per la proposta di legge costituzionale di iniziativa popolare per la separazione delle carriere nella magistratura, tra giudici e pubblici ministeri, promossa dall’Unione Camere Penali Italiane, con il sostegno del Partito Radicale Transnazionale.

Sono già oltre 800 le firme raccolte a Firenze ai tavoli organizzati dalla Camera penale di Firenze e dall’associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi”. Sono state raccolte firme di persone da tutta l’Italia: fiorentini, toscani giunti a Firenze per lavoro e turisti. Il tema, che tocca da vicino i diritti e le garanzie di giustizia di tutti i cittadini, riscuote un interesse superiore alle attese e in tanti, giovani e meno giovani, chiedono informazioni e approfondimenti.

 

Chi non ha certo avuto bisogno di approfondire il tema è Piero Tony, magistrato in pensione (già sostituto procuratore generale di Firenze, presidente del tribunale per i minorenni della Toscana e procuratore capo di Prato), che pur avendo già firmato altrove si è fermato ai tavoli fiorentini per non far mancare il suo incoraggiamento (nella foto allegata Piero Tony, magistrato in pensione, con Massimo Lensi dell’Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi” al tavolo di raccolta firme in piazza della Repubblica).

 

Tra i firmatari anche il consigliere regionale di SI-Toscana a sinistra, Tommaso Fattori.

 

Ecco il programma dei prossimi tavoli di raccolta firme:

  

Sabato 8 luglio in Piazza Stazione davanti alla fermata della tramvia, dalle 10 alle 17

Domenica 9 luglio in Via Pellicceria sotto i portici, dalle 10 alle 13

Sabato 15 luglio in Piazza Beccaria dalle, 10 alle 17

Domenica 16 luglio in Piazza Strozzi dalle, 10 alle 13

unnamed