Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Congresso’

Firenze, 08/03/2016: Si sono conclusi sabato scorso a Firenze i lavori del XVI Congresso dell’Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi”. Il Congresso ha approvato all’unanimità (con un astenuto) una mozione generale con la quale si delinea l’impegno dei radicali fiorentini per i prossimi 12 mesi:

1) incentivare il percorso per superare definitivamente l’OPG di Montelupo Fiorentino;

2) attivare il processo politico e amministrativo per chiudere il carcere di Sollicciano e procedere alla decarcerizzazione dei detenuti attraverso l’esecuzione penale esterna e le forme alternative alla carcerazione;

3) verificare che la realizzazione della Rems di Volterra non si trasformi in una realizzazione de facto e de iure di un nuovo mini-OPG;

4) realizzare anche a Firenze l’Istituto a custodia attenuata per madri detenute così come previsto dai numerosi documenti siglati dagli enti impegnati nella sua realizzazione;

5) organizzare a Firenze eventi politici per l’avanzamento della campagna politica per la richiesta di codificazione del diritto umano alla conoscenza;

6) organizzare una campagna politica per la distribuzione della cannabis terapeutica in Toscana anche utilizzando gli strumenti della disobbedienza civile e verificando l’applicazione della legge regionale e del suo regolamento esecutivo;

7) verificare la possibilità di partecipare a iniziative, in sede nazionale, per una nuova legge elettorale per l’elezione degli organi della Città Metropolitana e continuare a monitorare l’attività della Città Metropolitana di Firenze;

8) organizzare una assemblea pubblica a Firenze con Marco Pannella all’interno della campagna per la codificazione del diritto umano alla conoscenza;

9) organizzare una campagna politica per denunciare la legge Remaschi invitando i cittadini toscani a difendere i propri territori e difendersi dall’assalto venatorio; a questo proposito invita il Direttorio ad aderire alla campagna #scacciamoli per una riforma in senso liberale della legge nazionale sulla caccia;

Il Congresso, tenutosi presso lo Starhotel “Michelangelo” , ha registrato una buona partecipazione  da parte di iscritti e simpatizzanti radicali toscani.

Ai lavori ha partecipato l’ex deputata radicale Rita Bernardini. Sono intervenuti la direttrice dell’istituto penitenziario di Firenze ‘Mario Gozzini”, Margherita Michelini’, la consigliera della FIAB, Marina Brizzi, e Bernardo Fallani, assessore al Comune di Pelago.
 
La mozione generale approvata prevede l’istituzione di un Direttorio al quale, inizialmente, vi prenderanno parte le cariche dell’Associazione elette negli ultimi cinque anni: Valentina Piattelli, Massimo Lensi, Maurizio Buzzegoli, Emanuele Baciocchi, Maurizio Morganti, Massimiliano Fontani.
12814686_10208378891260704_5953225594525548849_n
Annunci

Read Full Post »

Mozione generale

Il XVI Congresso dell’Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi”

Udite le relazione del segretario e del tesoriere le approva;

Ringrazia per la fattiva e proficua collaborazione, in questo anno di iniziativa politica, il cappellano di Sollicciano, Don Vincenzo Russo, e la comunità di ex detenuti e detenuti in affidamento di Casa Caciolle;

Individua come iniziativa prioritaria per il prossimo anno politico dell’associazione la campagna promossa da Marco Pannella e dal Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito per la codificazione del diritto umano universale alla conoscenza (ossia il diritto di conoscere in che modo e perché i governi a vari livelli prendano determinate decisioni che influiscono sui nostri diritti umani e libertà civili, soprattutto per quanto riguarda questioni di “sicurezza nazionale”) ;

Prende atto delle difficoltà che l’intera area radicale, e quindi anche l’Associazione, si trova costretta ad affrontare; difficoltà di natura economica e politica, specialmente per quanto concerne le iscrizioni, la comunicazione, l’informazione e le modalità di esecuzione delle iniziative;

Prende atto che, di fronte a un problema giustizia, responsabile sul piano civile di ingenti danni erariali per la lunghezza dei procedimenti e sul piano penitenziario di decine di morti per pena all’anno con la piaga dei suicidi dovuti a illegali condizioni di esecuzione della pena, si continuano ad approvare vere e proprie controriforme tese ad aggirare i problemi invece di mettere mano a interventi strutturali in grado di risolverli;

Considera in maniera positiva il commissariamento ad acta della Regione Toscana da parte del Governo per le forti inadempienze nel percorso di superamento dell’OPG di Montelupo Fiorentino e nella congiunta realizzazione della Rems di Volterra; Rems che avrebbe dovuto essere pronta non più tardi del 31 dicembre 2015 seppur già con un ritardo accumulato di sette mesi;

Prende criticamente atto del fatto che, per la realizzazione della Rems di Volterra e l’implementazione delle sei residenze protette di secondo livello, la Regione spenderà circa 15.800.000 euro; una cifra che avrebbe potuto essere ridotta e meglio investita considerando l’ampia disponibilità di strutture sanitarie di proprietà della Regione Toscana;

Valuta come ancora interamente da attuare la legge riforma 81 per il superamento degli OPG; una legge che deve essere applicata prima di tutto su un terreno politico, giuridico, culturale, sanitario e sociale, contrastando la storica tendenza alla conservazione e a subordinare la tutela dei diritti individuali, come il diritto alla salute, a tradizioni e antichi interessi anche economici, delle comunità locali.

Considera il carcere fiorentino di Sollicciano un vero assurdo penale, una struttura dove i detenuti e il corpo di polizia penitenziaria sono costretti a convivere con troppi malanni irreparabili. Danni strutturali, infiltrazioni di umidità, ricorrenti infestazioni di topi e piccioni, gelo in inverno, con il riscaldamento che si blocca per settimane, e caldo torrido in estate senza possibilità di ventilazione o riparo, assenza di acqua calda sanitaria, cucine fortemente sottodimensionate, carenze igienico-sanitarie per dir solo le cose più gravi. Questa è la situazione all’interno della quale si svolge l’esecuzione penale a Sollicciano. Una pena nella pena, che rallenta il già difficile percorso di riabilitazione e reinserimento sociale del detenuto e lede diritti fondamentali di detenuti e lavoratori, come quello costituzionale alla salute;

Denuncia la grave situazione di stallo nella realizzazione dell’istituto a custodia attenuata per madri detenute: l’Icam, infatti, è una delle tante promesse non mantenute dalla burocrazia regionale con la corresponsabilità di altri enti. Una storia che prese il via sei anni fa: troppi per tollerare ancora che i bambini siano costretti a passare parte delle loro vita in carcere;

Ricorda che, durante l’ultima visita nel carcere di Sollicciano, effettuata lo scorso Natale dalla delegazione radicale guidata da Marco Pannella e Rita Bernardini, nel nido interno del carcere è stata trovata una bimba di pochi mesi insieme alla madre in esecuzione di pena interna. Un Paese di civiltà giuridica questo non dovrebbe permetterlo. Si ritiene quindi urgente arrivare a una rapida conclusione della vicenda burocratica che ostacola ancora l’avvio dei lavori per la realizzazione dell’ICAM a Firenze;

Considera la campagna per la distribuzione della cannabis terapeutica ai malati da parte della Regione Toscana ancora insufficiente nel rispondere pienamente alle richieste della comunità dei malati e delle associazioni impegnate sul tema, nonostante l’approvazione, alcuni anni fa, di una legge regionale definita da molti ‘legge modello’ e del suo regolamento esecutivo;

Giudica totalmente inadeguato il primo anno di attività della Città Metropolitana di Firenze, sia dal punto di vista amministrativo che da quello della comunicazione istituzionale; a questo proposito richiama le iniziative che sul tema sono state proposte da Radicali Italiani e da altre associazioni, atte a promuovere una nuova legge elettorale di natura diretta in sostituzione dell’attuale che basa la rappresentanza politica dell’ente su meccanismi elettivi di secondo grado (elezione indiretta degli organi);

Denuncia la legge Remaschi, approvata con voto bi-partisan da parte del Consiglio regionale della Toscana; una legge obiettivo che disciplina per i prossimi tre anni un piano di abbattimenti straordinario per il contenimento delle specie cinghiale, capriolo, daino, cervo e muflone e che prevede una espansione incontrollata dell’attività venatoria durante tutto l’anno, comprese le aree protette, nelle quali i Comuni potranno anche concedere ai cacciatori l’ingresso attraverso mezzi a motore;

Il Congresso stabilisce che per l’anno politico 2016-2017 l’Associazione si doti di un Direttorio con il principale compito di elaborare un progetto politico, da presentare a un congresso straordinario, entro e non oltre il mese di marzo 2017, con cui innovare la politica radicale sul territorio, ipotizzando, quindi, anche una nuova forma associativa che sia idonea per affrontare le difficoltà di attuazione delle battaglie e delle iniziative promosse, in particolare, dal Partito Radicale, e da tutta l’area radicale; il Direttorio è un organismo collegiale, inizialmente composto dalle compagne e dai compagni che hanno ricoperto cariche statutarie dell’Associazione negli ultimi cinque anni, i quali, in occasione della prima riunione di questo organo, ne promuoveranno l’allargamento a compagne e compagni che ne abbiano fatto richiesta e, al contempo, provvederanno, se lo riterranno opportuno, a designare un Coordinatore con compiti tecnico-amministrativi;

Il Congresso, inoltre, impegna il Direttorio

a promuovere tutte le iniziative che riterranno opportune e necessarie volte a:

1) incentivare il percorso per superare definitivamente l’OPG di Montelupo Fiorentino;

2) attivare il processo politico e amministrativo per chiudere il carcere di Sollicciano e procedere alla decarcerizzazione dei detenuti attraverso l’esecuzione penale esterna e le forme alternative alla carcerazione;

3) verificare che la realizzazione della Rems di Volterra non si trasformi in una realizzazione de facto e de iure di un nuovo mini-OPG;

4) realizzare anche a Firenze l’Istituto a custodia attenuata per madri detenute così come previsto dai numerosi documenti siglati dagli enti impegnati nella sua realizzazione;

5) organizzare a Firenze eventi politici per l’avanzamento della campagna politica per la richiesta di codificazione del diritto umano alla conoscenza;

6) organizzare una campagna politica per la distribuzione della cannabis terapeutica in Toscana anche utilizzando gli strumenti della disobbedienza civile e verificando l’applicazione della legge regionale e del suo regolamento esecutivo;

7) verificare la possibilità di partecipare a iniziative, in sede nazionale, per una nuova legge elettorale per l’elezione degli organi della Città Metropolitana e continuare a monitorare l’attività della Città Metropolitana di Firenze;

8) organizzare una assemblea pubblica a Firenze con Marco Pannella all’interno della campagna per la codificazione del diritto umano alla conoscenza;

9) organizzare una campagna politica per denunciare la legge Remaschi invitando i cittadini toscani a difendere i propri territori e difendersi dall’assalto venatorio; a questo proposito invita il Direttorio ad aderire alla campagna #scacciamoli per una riforma in senso liberale della legge nazionale sulla caccia;

Il Congresso impegna il Direttorio a:

trasmettere questa mozione generale agli organi di stampa, al senato del Partito Radicale, al tesoriere del Partito Radicale, agli organi di Radicali Italiani, agli organi dirigenti della cosiddetta galassia radicale, alle associazioni radicali di Torino, Milano, Bologna, Roma, Napoli, in qualità di sedi di Città Metropolitana.

Maurizio Buzzegoli

Emanuele Baciocchi

Grazia Galli

12697270_10208132148403014_5878495892802769985_o

Read Full Post »

ORDINE DEI LAVORI DEL XVI CONGRESSO DELL’ ASSOCIAZIONE PER L’INIZIATIVA RADICALE “ANDREA TAMBURI”

SABATO 5 MARZO 2016

STARHOTEL MICHELANGELO

FIRENZE

ore 14.30: Registrazione dei congressisti
ore 15.00 : Approvazione dell’ordine dei lavori, del regolamento  e insediamento della Presidenza
ore 15.10: Relazione del presidente, del segretario e del tesoriere. Inizio delle iscrizioni a parlare
ore 16.00: Inizio del dibattito generale

ore 18.00: Termine della presentazione delle mozioni generali e/o particolari e termine delle iscrizioni a parlare

ore 18:30: Termine per la presentazione degli emendamenti
ore 18.30: Termine del dibattito generale
ore 18.30: Repliche del segretario, del tesoriere

ore 18.50: Votazione delle mozioni generali e/o particolari depositate*
ore 19.00: Presentazione dei candidati alle cariche dell’associazione
ore 19.10: Votazione delle cariche dell’associazione
ore 19.20: Proclamazione degli eletti

*In caso di conclusione anticipata del dibattito generale, la Presidenza, a sua discrezione, può anticipare i momenti successivi previsti dall’ordine dei lavori.

testata-magenta-sri.jpg

Read Full Post »

Sabato 5 marzo 2016 alle ore 14,45 è convocato il XVI Congresso dell’Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi”.
Ulteriori informazioni su ordine dei lavori, regolamento, luogo e ospiti saranno comunicate nelle prossime settimane.
testata-magenta-sri.jpg

Read Full Post »

Sabato 24/10/2015 a partire dalle 15:30 si terrà, presso la Sala Masaccio dello Starhotel Michelangelo (Viale Fratelli Rosselli 2, Firenze) un’assemblea organizzata dall’ Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi” in vista del XIV Congresso di Radicali Italiani, che si svolgerà a Chianciano Terme dal 29 ottobre al 1 novembre 2015.
Si tratterà di un momento d’incontro tra gli iscritti e i simpatizzanti radicali fiorentini e toscani che servirà per fare un’analisi delle iniziative politiche in corso a livello nazionale e locale.
Sarà presente il Tesoriere del Partito Radicale, Maurizio Turco.
1507445_10202665962231776_369287509_o

Read Full Post »

Firenze, 03/03/2015: Si sono conclusi sabato scorso a Montelupo F.no i lavori del XV Congresso dell’Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi”. Il Congresso haapprovato all’unanimità (con un astenuto) una mozione generale con la quale si delinea l’impegno dei radicali fiorentini per i prossimi 12 mesi: verifica sulla reale chiusura del’OPG di Montelupo F.no  come previsto dalla Legge 81/2014; controllo delle attività della Città Metropolitana di Firenze in relazione ai diritti dei cittadini e ai servizi da essa erogati; sostegno all’impegno di Marco Pannella per la realizzazione in chiave internazionale del diritto umano alla conoscenza; incremento delle attività di lotta nonviolenta sulla giustizia giustaper lo stato di diritto contro la ragion di stato, a partire dalla situazione di illegalità delle carceri della Provincia.
Il Congresso, tenutosi presso il circolo “Il Progresso” di Montelupo, ha registrato una buona partecipazione, oltre che da parte di iscritti e simpatizzanti radicali toscani, anche della cittadinanza montelupina.

Ai lavori hanno partecipato il leader dei radicali Marco Pannella, la segretaria di Radicali Italiani, Rita Bernardini, il tesoriere del Partito Radicale, Maurizio Turco, l’ex deputata radicale Maria Antonietta Farina Coscioni. Sono intervenuti il sindaco di Montelupo, Paolo Masetti, la direttricedell’istituto penitenziario di Firenze ‘Mario Gozzini”, Margherita Michelini’, la responsabile Politiche Sociali dell’Arci – Toscana, Chiara Salvadori, il cappellano del carcere di Sollicciano, Don Vincenzo Russo.
 

Alla conclusione dei lavori, per le cariche statutarie, sono stati riconfermati Maurizio Buzzegoli ed Emanuele Baciocchi, rispettivamente come Segretario e Tesoriere, mentre è stato eletto come nuovo Presidente dell’Associazione, Massimo Lensi.

Grafica1

Read Full Post »

Firenze, 27/02: Domani, sabato 28 marzo, si terrà a Montelupo Fiorentino il XV Congresso dell’Associazione per l’iniziativa radicale fiorentina “Andrea Tamburi” al quale prenderà parte, tra gli altri, il leader storico del Partito Radicale, Marco Pannella. Una delle ragioni che hanno portato i radicali fiorentini a tenere il loro congresso annuale a Montelupo Fiorentino è per  ricordare che la città  è una delle sei sedi di OPG (Ospedale Psichiatrico Giudiziario) ancora attivi in Italia e che il 31 marzo scade la proroga del Governo per la chiusura di queste strutture con la conseguente presa in carico degli internati da parte del servizio sanitario nazionale. La chiusura, o meglio il superamento, degli OPG si porta dietro, infatti, tanti problemi, sociali, culturali, politici e amministrativi, molti dei quali tuttora aperti. L’intenzione dei radicali è far chiarezza sulla situazione è scongiurare una chiusura degli OPG solo di facciata. L’inizio del congresso (che si terrà presso il circolo “Il Progresso)  è previsto per le ore 11 e durerà per tutto l’arco della giornata: Marco Pannella prenderà la parola alle ore 18.

Ingresso aperto alla cittadinanza.
10960341_10205726626066459_3104243006146061066_o

Read Full Post »

Older Posts »