Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘associazione tamburi’

 

Piana Notizie

StampToscana

 

Annunci

Read Full Post »

Firenze, 16 novembre 2017 – Il vignettista Sergio Staino ha regalato ai militanti fiorentini dell’Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi” una vignetta per la campagna iscrizioni 2017 al Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito, cui lui stesso è iscritto. A seguito della mozione approvata dal Congresso che si è svolto nel mese di settembre 2016 nel carcere di Rebibbia (Roma), il Partito Radicale si è posto l’obiettivo politico di raggiungere la quota di 3000 iscritti entro il 31 dicembre 2017. In caso di fallimento dell’obiettivo, il Congresso ha deliberato che siano attivate tutte le procedure atte alla liquidazione dell’attività del partito.
unnamed

Read Full Post »

Sabato 3 e e domenica 4 giugno a partire dalle ore 10, in Piazza Beccaria a Firenze verrà allestito un gazebo – organizzato dall’associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi” e la Camera Penale di Firenze – dove si potrà firmare la proposta di legge costituzionale per la separazione delle carriere dei magistrati. Vi aspettiamo!

18670766_10212480042817657_4923531676847894574_n

Read Full Post »

Una delegazione del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito e dell’Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi” si recherà al cimitero di Trespiano per rendere omaggio ad Ernesto Rossi. Alle ore 11 Rita Bernardini, membro della presidenza del PRNTT, e i radicali fiorentini Massimo Lensi, Maurizio Buzzegoli e Emanuele Baciocchi deporranno un cuscino di fiori presso il cippo funerario di Ernesto Rossi.

Ernesto Rossi, antifascista, economista, collaboratore del Mondo di Mario Pannunzio, è stato, con Altiero Spinelli, l’estensore del Manifesto di Ventotene. Nel 1955, insieme ad altri esponenti del mondo laico e liberale italiano, dette vita al Partito Radicale, unica alternativa alle forze politiche tradizionali, Democrazia Cristiana e Partito Comunista in primo luogo.

Ricordando il grande valore del pensiero politico di Ernesto Rossi, i radicali Massimo Lensi e Maurizio Buzzegoli dichiarano: “Il pensiero di Ernesto Rossi è quanto mai attuale. La sua lotta contro i monopoli di Stato e per l’elaborazione federalista volta alla creazione di una Europa veramente unita, la sua azione laica in economia e il suo pensiero anticlericale lo resero protagonista del pensiero politico italiano e sono ancor oggi riferimenti fondamentali per contrastare le derive nazionaliste e fondamentaliste. L’associazione radicale di Firenze, che fino al 2000 portava il suo nome, lo ricorda anche per la sua grande amicizia con Marco Pannella e come fondatore del Partito Radicale”.

Nella foto: Marco Pannella dopo aver deposto un fiore sulla tomba di Ernesto Rossi a Trespiano il 9 febbraio 2013.

9-febbraio-2013

Read Full Post »

Dichiarazione di Massimo Lensi, già consigliere provinciale e componente del Comitato nazionale di Radicali Italiani, e di Maurizio Buzzegoli, segretario dell’Associazione “Andrea Tamburi” e membro della Direzione di Radicali Italiani.

Firenze, 16/02: La seconda relazione trimestrale al Parlamento sul Programma di superamento degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, ai sensi della legge 81, da parte dei Ministeri della Giustizia e della Salute è un documento importante. Si apprende che la Regione Toscana ha preannunciato un nuovo programma al Ministero che individua in una struttura di Massa Marittima la nuova REMS (i nuovi mini-Opg, le Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza). Si apprende, inoltre, che tale struttura è un immobile della casa circondariale di Massa Marittima e che tuttavia il percorso è condizionato dall’assenso del MEF a procedere nelle more dell’adozione di un nuovo Decreto Ministeriale, previa autorizzazione scritta del Ministero della Salute: il tutto entro il 31 marzo, pena il commissariamento ad acta.

Insomma, siamo ancora in alto mare. E se qualche giudizio di opportunità potrebbe emergere dal fatto che si intende trasferire malati di mente autore di reato in una struttura penitenziaria, seppure esterna alla cinta muraria, invece di privilegiare un ambiente integralmente sanitario e di recupero terapeutico, appare altrettanto evidente che non si dà risposta a cosa accadrà agli edifici dell’Opg di Montelupo. Perché se da una parte la villa medicea dell’Ambrogiana (la parte amministrativa) e il corridoio Vasariano potrebbero tornare, con grossi investimenti finanziari, facilmente a vita civile, dall’altra non si capisce quale potrebbe essere la futura destinazione di uso delle Scuderie (il vero Opg), ristrutturate di recente dall’amministrazione penitenziaria. L’edificio delle Scuderie, infatti, è a tutti gli effetti un piccolo carcere modello e tale potrebbe diventare, penalizzando così la potenziale attrattiva della villa dell’Ambrogiana, distante solo poche decine di metri.

Emerge sempre più chiaramente che la nostra legislazione tende a concentrarsi, a volte paradossalmente, sui luoghi anziché sui problemi, come quello della relazione tra pericolosità sociale e crimine, tra prevenzione e cura. Si preferisce, quindi, ipotizzare il superamento degli Opg attraverso la creazione di nuove strutture definite, non a caso: Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza (Rems), lasciandosi superficialmente alle spalle le tragedie che gli Opg hanno consumato nella loro lunga vita.

I radicali fiorentini cercheranno di dare delle risposte a questi e ad altri quesiti nel loro congresso annuale che quest’anno si terrà proprio a Montelupo Fiorentino il prossimo 28 febbraio, presso il circolo Arci “Il Progresso”.

opg_montelupo

Read Full Post »

Firenze, 12/02: In merito alla modifica della legge toscana sulla cannabis terapeutica è intervenuta Valentina Piattelli dell’Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi: <<Quella di ieri  è stata una mossa opportuna: molti dei nodi affrontati erano stati trattati nei lunghi anni di contrattazione fra le associazioni e i funzionari ed eletti regionali>>. L’esponente radicale ricorda il complicato iter legislativo per rendere accessibile l’utilizzo della cannabis terapeutica: <<Eravamo giunti con il regolamento attuativo ad un accordo dignitoso, ma un po’ faraginoso. Purtroppo in questo campo ci vuole una chiarezza cristallina, altrimenti ogni virgola può essere interpretata in senso proibizionista. Quindi ben vengano queste modifiche che chiariscono fra l’altro che tutti i medici generalisti e ambulatoriali (Sert, Hospice e quant’altro) possono prescrivere la cannabis, e non solo quelli ospedalieri come previsto in origine>>. Anche a livello nazionale i radicali hanno messo in campo una serie di iniziative per arrivare a garantire il diritto di cura con la cannabis ai malati affetti dalle varie tipologie: non ultima la disobbedienza civile dello scorso novembre quando la segretaria di Radicali Italiani, Rita Bernardini, l’ex presidente di Radicali Italiani, Laura Arconti, e il leader storico, Marco Pannella, tentarono di cedere della cannabis ad alcuni malati, tra cui la stessa Valentina Piattelli.

156959_549891748355333_1254959352_n

Read Full Post »

Sabato 29 novembre a partire dalle ore 15.00 si terrà presso i locali dell’ADUC (via Cavour, 68, Firenze) una riunione dell’associazione “Andrea Tamburi”.
Ordine del giorno:
 
-Prossime iniziative fiorentine su Giustizia, Stato di Diritto e Diritto alla conoscenza
-Esito del XIII Congresso di Radicali Italiani
-Organizzazione del XV Congresso dell’Associazione per l’iniziativa radicale “Andrea Tamburi”
– Varie ed eventuali
1507445_10202665962231776_369287509_o

Read Full Post »

Older Posts »